Napoli. Operatori sociali senza stipendi e servizi sociali senza risorse




Napoli | Francesco Lubrano Lavadera | 23 luglio 2013 alle 18:55

 

Estate serena per chi? Operatori Sociali senza stipendi – servizi sociali e Napoli senza risorse.

Conferenza stampa ore 12 giovedì 24 luglio 2013 presso una delle sedi del Comune di Napoli in via Verdi 35.

Per chi sarà serena l’Estate 2013 a Napoli? Certamente non per gli operatori sociali e gli enti del “Terzo Settore” napoletani, ancora una volta “appesi” e raggirati da un’Amministrazione Comunale bugiarda e inadempiente.

Sicuramente sarà più serena per le imprese pubbliche e private che hanno beneficiato dei circa 300 milioni pagati grazie ai decreti “salva- comuni” e “salva-imprese”, ma non per Case-Famiglia e Servizi Socio-Educativi per minori a rischio, per i quali non arriveranno le risorse finanziarie promesse.

 

E di tutto questo la Giunta Comunale e il Sindaco di Napoli si devono vergognare!!

 

Il Sindaco di Napoli solo a parole si è riempito la bocca in questi anni circa la centralità dei Servizi Sociali a favore delle Fasce Sociali deboli di Napoli: 5 milioni per le “case-famiglia” (per le quali non più di un mese fa la Giunta Comunale si era impegnata solennemente in Consiglio Comunale a pagare circa 11,5 milioni di arretrati) e 3 milioni per i cosiddetti “finanziati”, progetti peraltro sovvenzionati da altri enti dello Stato” e per i quali il Comune negli ultimi due anni ha incassato nella propria Tesoreria più di 20 milioni, utilizzando tali risorse per pagare altro.

In pratica una vera e propria distrazione di fondi che non potrà che essere oggetto di una prossima denuncia a tutti gli organismi competenti!!

Venerdi 19 scorso u.s, al “Tavolo della crisi del Welfare”, istituito presso l’Assessorato alle Politiche Sociali” del Comune di Napoli, l’Assessore Roberta Gaeta e i Dirigenti del Servizio Minori e della Ragioneria, avevano assicurato il massimo impegno per il raggiungimento degli obiettivi sopra indicati.

E’ di ieri la comunicazione della Ragioneria Comunale che tali impegni saranno in gran parte disattesi, mancando di fatto la copertura finanziaria.

Noi intanto continuiamo a chiedere il rispetto dei nostri diritti, in difesa della dignità del nostro lavoro e della qualità stessa dei Servizi erogati:

- scadenze precise per i pagamenti delle “case-famiglia” e dei “finanziati” entro il 9 agosto;

- programmazione delle prossime scadenze autunnali dei trasferimenti ai sensi dei decreti “salva-comuni” e “salva-imprese” al fine di prevedervi anche pagamenti agli enti del terzo settore che non ne hanno quasi per niente beneficiato in questa prima tornata;

- nessuna diminuzione per la spesa sociale nel bilancio 2013.

Comitato “Il welfare non è un lusso”

Federsolidarietà-Confcooperative

Collettivo Operatori Sociali

Federazione SAM

Federazione ARCA

Tags: , , ,

Ti è piaciuto questo articolo? CONDIVIDILO!


Napoli su Facebook: ti piace? Sottoscrivi il nostro feed RSS

Citycool su Facebook





Articolo scritto da Francesco Lubrano Lavadera

Francesco Lubrano Lavadera Francesco Lubrano Lavadera Blogger | Web Editor per @AffacciaSulMare.it | Istruttore di Basket
Sito: http://procida.blogolandia.it


blog comments powered by Disqus